• Silvia Binotto

Percorso ad anello per il Monte Marogna da contrada Grumale di Calvene (VI)

Aggiornamento: 28 lug 2021

Percorso pedonale ad anello: da via Grumale Calvene (VI) fino al Monte Marogna (580m s.l.m.) e ritorno lungo la Costa dei Pieri, contrade Monte, Malleo e Cavrari di Calvene (VI).

Difficoltà: medio/difficile, il sentiero in parte non è segnato ma è ben visibile. Lungo il torrente Chiavona per salire a contrada Lore di Lugo di Vicenza ci sono più guadi da fare: il livello del torrente è sempre abbastanza basso ma è necessario prestare attenzione, è facile scivolare. Il percorso di andata verso il Monte Marogna è tutto in salita, così come un tratto della Costa dei Pieri.

Durata: 3h30min circa per il percorso completo (con breve sosta per godere del panorama dal Monte Marogna).

Consigli: il sentiero in parte non è sterrato, di conseguenza dopo abbondanti piogge può risultare fangoso e scivoloso, soprattutto salendo da contrada Grumale alle Lore. Consiglio scarpe comode da trekking, spray anti-zecche durante la stagione primaverile/estiva.


Percorso da Contrada Grumale di Calvene per il Monte Marogna. In verde lime sentiero alternativo per il ritorno.

Partenza da Contrada Grumale di Calvene (VI), facilmente raggiungibile a piedi da Piazza Resistenza lungo la via principale in 10 minuti circa (presso contrada Grumale non ci sono parcheggi). Superato il ponte sulla Ciaonèla e la lapide sulla sinistra che ricorda la costruzione della Strada della Salvezza nel 1916 bisogna superare l'abitato principale della contrada e salire per un breve tratto, finché non si incrocia sulla destra una stradina sterrata. Si imbocca la stradina sterrata e si continua diritti, inoltrandosi verso la valle della Chiavona. Continuare diritti finché ad un certo punto, dopo un piccolo guado, ci si trova ad un bivio: sulla sinistra parte il sentiero che porterà a Contrada Lore di Lugo di Vicenza, ben riconoscibile per la presenza di una sbarra rossa.


La sbarra rossa all'imbocco del sentiero per Contrada Lore e la mia cagnolina Molly.

Seguendo questa stradina si segue in parte il corso del torrente Chiavona, guadandolo in più punti abbastanza facilmente (ma è necessario prestare attenzione ed evitare di percorre il sentiero dopo abbondanti piogge). Ci si inoltra in un bosco che sembra incantato, dove regnano i rumori dell'acqua che scroscia e scorre e il canto degli uccellini.


Risalendo il torrente Chiavona e il sentiero per Contrada Lore.

Si continua a salire seguendo la stradina, in parte sterrata, in parte no. La stradina è ben visibile e percorribile a piedi. Tenendo sempre la sinistra si giunge proprio sotto la Contrada Mortisa di Lugo di Vicenza (VI), qui si può scegliere di visitare la contrada salendo sulla sinistra oppure di proseguire verso Contrada Lore tenendo la destra. Si prosegue diritti e si oltrepassa il ponte di legno sopra la Chiavona, si tiene la destra e si prosegue fino ad un ulteriore bivio. Qui si tiene la sinistra e si prosegue diritti fino a raggiungere un nucleo di case in muratura.


Il ponte di legno sulla Chiavona dopo Mortisa.
Nucleo di case in muratura e sullo sfondo il Monte Marogna, tappa del percorso.

A questo punto si prende la strada asfaltata sulla sinistra, per un breve tratto fino a Contrada Lore di Lugo di Vicenza (VI): un piccolo nucleo di case poste proprio ai piedi del Monte Marogna. Seguire la strada asfaltata fino alla contrada, fare la curva e salire sulla strada verso il centro della contrada.



Uno scorcio del nucleo di Contrada Lore di Lugo di Vicenza.

Dopo il capitello al centro della contrada tenere la sinistra: qui inizia il sentiero ben segnalato, che dopo circa 30 minuti in salita porta alla cima del Monte Marogna (580m s.l.m.), da cui si gode un bellissimo panorama sulla pianura dell'Astico, sui Comuni di Calvene e Lugo di Vicenza, sul colle di San Pietro e sulle piccole dolomiti, tempo permettendo.


Vista su Contrada Malleo e su Calvene dal Monte Marogna.

Una volta goduto del panorama dal Monte Marogna è possibile continuare il percorso scendendo verso Contrada Grumale in due ore circa per un altro percorso: seguire la strada sterrata in salita e risalire tutta la cosiddetta Costa dei Pieri fino a giungere a località Costamare. Qui si è di nuovo sulla strada asfaltata per un breve tratto. Ora inizia la discesa verso Contrada Monte.


Vista sul Monte Marogna dalla Costa dei Pieri.

Poco prima di Contrada Monte, appena sopra l'ex osteria "Al Bracconiere" prendere sulla sinistra la stradina sterrata che porta a Contrada Murari: per alcuni tratti del ritorno ora si possono seguire le indicazioni segnalate con frecce nere e bandiera d'Italia (itinerario "L'ultimo viaggio di Silva", di cui ho parlato nel mio profilo Instagram, accompagnando il lettore passo per passo). Da contrada Murari si scende fino a contrada Malleo, seguendo un breve tratto di strada asfaltata fino a raggiungere la casa di "Famiglia Cappozzo" sulla destra - qui inizia la scorciatoia segnalata sulla carta in verde lime, altrimenti potrete proseguire diritti fino ad ulteriore indicazione per l'itinerario "L'ultimo viaggio di Silva" -.

Da casa Cappozzo scendere nella proprietà privata e proseguire fino al nucleo di case in muratura, costeggiarle sulla sinistra e da qui scendere seguendo il sentiero fino a Contrada Cavrari, superando i "Codini", un gruppo di case ormai fatiscenti.

Giunti ai Cavrari si segue la strada asfaltata fino all'incrocio con la strada principale che collega Calvene con Mortisa di Lugo di Vicenza. Qui sulla destra scende un sentiero che riporta a contrada Grumale.


Scorcio di Contrada Murari, Calvene (VI).
Contrada Codini, appena sopra Contrada Cavrari di Calvene (VI).


318 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti