• Silvia Binotto

Sentiero ad anello per località Tèmoio e Prìara di Caltrano (VI)

Aggiornamento: 5 mag 2021

Percorso pedonale ad anello: da via Piani di Calvene (VI) fino alle località Tèmoio e Prìara di Caltrano (VI)

Difficoltà: semplice, il sentiero non è segnato ma è ben visibile.

Durata: 2h circa per il percorso completo.

Consigli: il sentiero in parte non è sterrato, di conseguenza dopo abbondanti piogge può risultare fangoso e scivoloso, soprattutto salendo verso località Tèmoio. Consiglio scarpe comode da trekking.



In rosso la traccia del sentiero ad anello, fino alle località Tèmoio e Prìara di Caltrano (VI).

Oggi vi porto fino alle località Tèmoio e Prìara di Caltrano (VI), partendo dalla contrada Piani di Calvene: poco prima di Contrà Volta sulla destra si trova una stradina sterrata, seguendo il suo corso abbastanza ripido si sale fin oltre la quota 500m slm, dove ad un certo punto si incontra un bivio. Proseguire sulla sinistra finché non si incrocia la Strada Silvo-Pastorale Castellan-Tèmoio. A questo punto si segue lungo la Strada Pastorale, proseguendo sulla destra e salendo fino alla località Tèmoio, tra ruderi di vecchie case e malghette. Dalla località Tèmoio si gode di un bellissimo panorama sulla pianura della Valle dell'Astico, sulle colline delle Bregonze e ben oltre.


Località Tèmoio di Caltrano (VI).
Vista sulle colline delle Bregonze, il Monte Summano e la pianura dell'Astico, da località Tèmoio di Caltrano (VI).
Località Tèmoio di Caltrano (VI).

Dopo essersi goduti il panorama si può continuare lungo il sentiero, costeggiando la linea dei 600m slm, fino a località Prìara, dove è possibile apprezzare una particolare geomorfologia della roccia.


Prìara, Caltrano (VI).

Prìara, Caltrano (VI).

Sempre proseguendo lungo il sentiero si inizia ora a scendere, si prosegue finché non si incontra la strada asfaltata che collega via Piani di Calvene a Caltrano: l'ultimo tratto è tutto su strada asfaltata, fortunatamente poco trafficata, ma è comunque necessario prestare molta attenzione, soprattutto ai ciclisti. Prendere la strada sulla sinistra, proseguire superando la Contrada Castellan di Caltrano, fino ad arrivare nuovamente a Contrà Volta. Se volete fare un giro più ampio, vi consiglio di scendere anche fino alle cascate del Parco Naturale Franco Totaro.

134 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti